Capture NX Miscelatore di opacità


 

Nel sofisticato e complesso mondo dei convertitori raw non sempre quelli ‘proprietari’ (che convertono solo il formato della propria marca) danno il massimo. Alcune aziende, come Nikon, hanno investito molto – da un punto di vista del software – per lo sviluppo di una qualità migliore dell’immagine. Non affronterò questo spinoso argomento ne la ovvia, quanto ottima, tecnologia U-Point di Capture NX sulla quale è già stato detto tanto. Ma, vista la mia esperienza su Adobe® Photoshop® e dato che uso anche Capture NX per i miei documenti, vorrei sottolineare alcune peculiarità di questo software che lo rendono, per certi aspetti, davvero unico tra i convertitori di file raw…e simile a Photoshop.

 

Il miscelatore di opacità: il contrasto con Accentua passaggio

 

Il miscelatore di opacità in Capture NX suona molto famigliare a chi conosce i metodi di fusione di Photoshop. Alcuni di questi metodi, infatti, sono presenti nel software di Nikon: normale, schiarisci, scolora, sovrapponi, moltiplica e scurisci. L’effetto è descritto in una tabella nel manuale a pag. 63, per una sua conoscenza teorica.

 

Una tecnica per aumentare il contrasto sui bordi di un’immagine è il filtro ‘accentua passaggio’ ma questo va usato con una particolare miscelazione di opacità altrimenti il risultato del filtro resta incomprensibile. Ecco che chi si legge il manuale, alla pagina prima citata, ora capirà che il valore 128 nel metodo di miscelazione ‘sovrapponi’ è quello che lascia inalterata l’immagine mentre quelli più chiari schiariscono e quelli più scuri scuriscono.

 

Il filtro accentua passaggio agisce così: cerca i bordi dell’immagine e li ‘evidenzia’ con un alone chiaro/scuro intorno ad essi; tutto il resto lo ricopre di grigio medio, il cui valore è 128, appunto. Compreso il procedimento, un filtro crea l’alone e il miscelatore di opacità ne fa percepire il contrasto rendendo invisibile il grigio medio, applichiamolo in un’immagine passo per passo.

 

1- Aprite un’immagine, meglio se raw, con Capture NX. Scegliete, se possibile, una foto con una buona messa a fuoco e concentratevi su alcuni particolari in cui verificare l’aumento di nitidezza. Richiamate dal menù Regola il sottomenù Nitidezza e scegliete il comando Accentua Passaggio…

2- Regolate la finestra di dialogo in fig. 1 in modo da vedere un alone intorno all’immagine, come in fig. 2, della dimensione che vi soddisfa. Non esistono valori ‘universali’ dipendono dalla risoluzione ma, soprattutto, dal contesto e dal soggetto. A questo punto cliccate su OK.

3- Ora entra in giorco il miscelatore di opacità, l’immagine così è inguardabile…a meno che no si ricerchi un effetto speciale tipo bassorilievo! L’immagine, dopo il passaggio del filtro è composta quasi interamente da un grigio medio ma ha un alone chiaro/scuro tutto attorno ai bordi. Dato che sono proprio i chiaro/scuri a darci una maggior impressione di nitidezza sulla fotografia, useremo il metodo ‘sovrapponi’ per far sparire il grigio e ‘mirare’ ai bordi dell’immagine per dare un maggior contrasto. Dalla Lista Modifiche di Capture NX, fig. 3, aprite il menù relativo alle impostazioni di opacità e scegliete il metodo di fusione ‘sovrapponi’.

4- Confrontate l’immagine prima e dopo sui particolari di nitidezza. Potete vederla in un mio risultato di esempio fatto per scrivere questo tutorial in fig. 4-5

 

 

 

Il miscelatore di opacità: l’uso delle curve e la fusione di sola luminanza

 

 

La correzione dell’immagine raw con lo strumento curve o livelli di Capture NX è sicuramente un classico. Quando l’immagine viene ‘corretta’ dalla curva di nostro gradimento si nota però anche uno ‘slittamento’ dei colori verso una maggiore saturazione. Quando la calibrazione ed il profilo della fotocamera è stato fatto, generalmente, questa maggiore saturazione non è tollerata. Un metodo, che si usa spesso anche in Photoshop, – e in Capture NX è altrettanto possibile – è quello di mettere la regolazione delle curve o dei livelli in un metodo di opacità che influenzi solo la luminanza e non la crominanza (così vengono chiamati nel software di Nikon). In questo modo riusciamo a correggere solo la gamma dei chiaro/scuri senza distorcere, o farlo in maniera controllata, l’aspetto del colore.

 

Compreso il problema mettiamolo in pratica su un’immagine passo per passo.

 

1- Aprite un’immagine possibilmente nel profilo di colore corretto, o uno standard. Eseguite sull’immagine una regolazione con il comando ‘livelli e curve’ e notate, dopo la correzione, come anche i colori siano cambiati. Oltre, ovviamente, il punto del bianco, del nero e il gamma generale dei chiaro/scuri. Fig 1-2 prima e dopo l’applicazione delle curve in fig. 3

3

1
2

2- Dopo questo comando andate nella palette del miscelatore di opacità, fig. 4 e dal primo menù a comparsa scegliete la voce Luminanza e Crominanza. A questo punto abbassate il solo cursore di crominanza per azzerare lo ‘slittamento’ dei colori verso una maggiore saturazione e ritornare a quelli reali, vedi fig. 5 Non è sempre necessario riportarlo a zero, come in questo esempio, dipende molto dai vostri gusti e da quanto l’immagine si distorce da un punto di vista cromatico.

4

3- Tenete sempre presente che Capture NX vi da sempre la possibilità, con il pennello selezione, di modificare e ridurre l’effetto applicato nello step corrente in modo selettivo!

5